10/09/2020
Largo Consumo 7-8/2020 - Approfondimento - pagina 54 - 3 pagine - Carlo Sala
Birre leggere

Anche i birrifici brindano alla salute

Anche i birrifici brindano alla salute

Quella del 2020 resterà probabilmente negli annali come un’estate mignon: il Coronavirus e le misure di cautela conseguenti, a partire dal distanziamento sociale, ne hanno ridotto il perimetro, in termini sia di ampiezza del periodo utile per le ferie, sia di luoghi di svago (località geografiche e locali fisici) dove trascorrerle. Ne ha risentito anche il settore della birra, incluse le analcoliche omixate. Anche se un certo pragmatismo ha spinto salvare il salvabile, cioè a sfruttare quanto più possibile l’anomala estate 2020, rimandando in sede di consuntivo eventuali doglianze sull’andamento stagionale, quasi tutti i produttori hanno atteso di arrivare a ridosso del solstizio d’estate per presentare i propri prodotti. «Il consumo di birre analcoliche e a bassa gradazione rappresenta in Italia una quota dell’1,6% rispetto al totale dei volumi. Si tratta ancora, quindi, una nicchia - nota Michele Cason, presidente di AssoBirra - In termini ettolitrici i volumi sono rimasti pressoché invariati...

Argomenti

Citati in questo articolo:
mura valeria, pirlo andrea, genziana distillati, beer and food attraction, heineken, conad, Birra Peroni, Adidas, Carrefour, Assobirra, tourtel, warsteiner, pambianco simone, giardiello luca, mozzone fabio, Baladin, cason michele, 32 Via dei Birrai

Percorsi di lettura correlati